I Tarocchi come strumento spirituale

Nella concezione comune i Tarocchi sono spesso avvicinati ai concetti di magia, divinazione e lettura del futuro. Generalmente si immagina che siano lo strumento preferito di cialtroni, fattucchiere e sedicenti medium.

Il futuro altro non è che un conglomerato di potenziali, come un terreno sul quale sono stati piantati numerosi semi, alcuni dei quali non sbocceranno mai, altri invece daranno i loro frutti sia che noi li percepiamo come positivi o negativi. Chiedere ai Tarocchi quale sarà il nostro futuro è, quindi, indagare le potenzialità in atto nel momento presente e interpretarne il possibile sviluppo. Il Tarocco non è, quindi, uno strumento divinatorio è, invece, un validissimo strumento di indagine spirituale del sé; grazie alla simbologia esoterica degli arcani, il lettore viene accompagnato in un viaggio di scoperta e di comprensione delle proprie realtà interiori, diventando partecipe e consapevole di blocchi e limiti a livello delle proprie energie sottili. Solo conoscendo sè stessi, i propri limiti e le proprie potenzialità e scoprendo su quali parti del sé andare a ‘lavorare’ per apportare dei cambiamenti è possibile migliorare la propria vita.

I Tarocchi non possono dirti quando qualcosa accadrà, ma possono rivelarti perché non è ancora accaduto.

Per prenotare una lettura di Tarocchi a distanza o di persona, o per ricevere maggiori informazioni a riguardo contattami via mail all’indirizzo consapevolezza@live.com

Tarocchi di Marsiglia di Camoin e Jodorowsky

Voto medio su 47 recensioni: Da non perdere